Le domande da porsi prima di una campagna in crowdfunding

Le domande da farsi prima di una campagna in crowdfunding sono necessarie per iniziare quanto meno a comprendere le possibilità di riuscita della stessa. Ogni progetto agli occhi del suo creatore risulta vincente e desiderabile, proprio per questo una serie di domande da porci potrebbero aprire discussioni o dubbi che prima non erano neanche stati presi in considerazione.

E’ bene confrontarsi a lungo anche con altri prima di confezionare il nostro progetto, a tal proposito le prime domande da porci sono:

  1. A chi e a cosa serve il mio progetto?
  2. Sarei il sostenitore di un progetto identico al mio? (se si, perchè?)
  3. Il progetto è comprensibilmente chiaro o presenta punti oscuri?
  4. Cosa voglio dire con questo progetto al pubblico?
  5. Il progetto è condivisibile? (da chi e con quale motivazione?)
  6. A quale community si rivolge?
  7. Che vantaggio avranno i backers nel finanziare il progetto (ricompensa a parte)
  8. Posso rendere il mio progetto trasparente e verificabile?
  9. Riuscirò a realizzarlo e portarlo a termine con i fondi richiesti?
  10. Riuscirò a consegnare i rewards nei tempi prestabiliti?
  11. Ho un idea attendibile nella mia web reputation?

La risposta a queste domande necessità di un ragionevole tempo per analizzare il proprio progetto ed eventualmente apportare tutte le modifiche necessarie per essere pienamente in grado di rispondere in maniera obiettiva a quesiti come quelli sopra riportati.

Molto importate è lo studio di progetti simili al nostro, analizzando lo storytelling, i rewards, la partecipazione dei backers al progetto, i media e social in cui il progetto è apparso.

Potete altre informazioni e restare aggiornati sul crowdfunding visitate anche la pagina CCI Consulenza Crowdfunding Italia